L’operatore olistico: chi è e cosa fa?

da | Giu 20, 2022 | Blog, Crescita personale

Da quando mi sono avvicinata al mondo della mindfulness ho sentito sempre più il desiderio di circondarmi di figure professionali che si occupassero del benessere di mente e corpo con approcci diversi, ma complementari, al mio. Ho incontrato così Francesca, operatore olistico, allo Studio Olistico Fuoco e Acqua di Padova. Le ho posto qualche domanda per farti conoscere meglio questa figura e capire come può esserti d’aiuto.

operatore olistico

Chi è e cosa fa un operatore olistico?

Riporto qui di seguito una definizione che trovo molto esaustiva e chiara e che si può trovare sul sito di Siaf Italia, un’importante associazione di categoria (di cui mi pregio di fare parte) che riguarda le seguenti figure professionali: armonizzatori familiari, artiterapeuti, coach, counselor e counselor olistici, istruttori yoga, mediatori familiari, naturopati, operatori olistici, professionisti del benessere psicofisico tramite il massaggio bio-naturale.

“L’Operatore Olistico è un facilitatore dell’equilibrio energetico, dell’evoluzione e della crescita personale che lavora con competenze pluridisciplinari e approcci integrati attraverso l’uso di tecniche corporee, naturali, energetiche, artistiche e meditative. L’Operatore Olistico agevola il naturale processo di trasformazione, empowerment, consapevolezza globale della persona e promuove uno stile di vita ecologico e sostenibile.”

In pratica, essere un operatore olistico significa occuparsi del benessere del cliente, utilizzando tecniche, manovre, metodi e conoscenze acquisiti in anni di studi impegnativi e costosi, mettendo a disposizione la propria competenza e preparazione, ma soprattutto la propria energia e un grande impegno.

Come sei arrivata ad occuparti di quest’ambito?

Partendo da un percorso personale, avvicinandomi da giovanissima allo yoga e alle tecniche meditative e utilizzandoli come strumenti di crescita che mi hanno via, via spinta a studiare e impegnarmi per fare di questa passione una professione.

operatore olistico

Quando è utile rivolgersi ad un operatore olistico?

Diciamo che chiunque sia dotato di un corpo, una mente e un’anima, quindi, in definitiva, ognuno di noi, può in qualsiasi momento trarre giovamento da questo tipo di percorso.

Quali sono le problematiche con cui ti relazioni più spesso?

Ogni persona ha un aspetto di sé con il quale è maggiormente in comunicazione. È come se tutti parlassimo diverse lingue, ma ci risultasse più semplice capirne una rispetto alle altre. Alcuni giungono al nostro studio spinti da qualche piccolo fastidio fisico (ad esempio: rigidità della schiena, del collo) e quindi desiderosi di approcciarsi allo yoga o ai massaggi. Altri, ascoltando maggiormente le proprie difficoltà emotive, vengono per la Mindfulness, o per i trattamenti energetici. Altri ancora sono semplicemente desiderosi di conoscere alcune tecniche per migliorare il loro stato generale, quindi ad esempio con l’Ayurveda e i suoi suggerimenti.

Cosa diresti ai più “diffidenti”?

Partendo dal presupposto che ogni incontro con se stessi deve scaturire da una propria personale esigenza, quindi mai forzato, credo che direi loro di ascoltare sempre attentamente le proprie percezioni e l’innata saggezza che li può guidare attraverso un’esperienza inusuale, ma potenzialmente profonda e trasformativa.

Che rapporto c’è tra la tua disciplina e la psicologia?

In entrambi gli ambiti si lavora con un focus rivolto al benessere (anche mentale) della persona, ma con l’enorme differenza che la psicologia cura disturbi e patologie, mentre in ambito Olistico NON si cura la persona, bensì si lavora al suo fianco affinché possa implementare e migliorare uno stato generale di benessere e imparare a mantenerlo attraverso una dedizione costante, che può essere anche un’ottima prevenzione. L’operatore olistico può, semmai, essere un supporto in più rispetto al percorso terapeutico del cliente, ma non può e non deve interferire o sostituirsi ad esso.  Come specificato anche sul nostro sito: “la prestazione erogata non è mai da intendersi né direttamente e/o indirettamente di natura sanitaria e/o terapeutica. L’operatore olistico non è una figura professionale associabile ad un professionista del settore sanitario, infatti l’operatore olistico non utilizza, né prescrive, né consiglia farmaci, inoltre non fa diagnosi e non si esprime in materie di competenza medico-sanitaria” 

operatore olistico

Chi vuole fissare un appuntamento con te come può contattarti?

Lo può fare tramite il sito:

www.fuocoeacquastudioolistico.com

La mail: studiofuocoeacqua@gmail.com

Facebook: @studiofuocoeacqua

Instagram: studio.olistico.fuoco.e.acqua

Tel. +393481274687

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Contattami

Privacy Policy

Contattami per fissare un appuntamento per una consulenza psicologica in presenza presso il mio studio a Padova (PD) oppure online attraverso la modalità che ti è più agevole (telefonica, videochiamata, chat).

Sarò felice di conoscerti e capire come potremo lavorare insieme per raggiungere i tuoi obiettivi.

Apri chat
1
Serve aiuto?
Come posso aiutarti?